HUMANOPTERE

SABATO 23 DICEMBRE 2017, ore 21

CORPI E VISIONI  sul circo contemporaneo

HUMANOPTERE
direttore artistico Clément Dazin
di e con Jonathan Bou, Martin Cerf, Clément Dazin, Thomas Hoeltzel, Bogdan Illouz,
Minh Tam Kaplan, Martin Schwietzke

creazione luci Tony Guérin, creazione suono Grégory Adoir
accompagnamento alla drammaturgia Michel Cerda
produzione CIE La Main De l’Homme

spettacolo per tutti

La ripetizione dei gesti nella giocoleria fa da eco alla ripetitività meccanica del gesto di un operaio alla catena, di un contabil edi una donna delle pulizie o di un manager.
Lo scopo è quello di dare una visione allegorica del concetto di lavoro nell’attuale società attraverso il corpo e la giocoleria; far emergere le diverse definizioni della parola Lavoro che cambia in base alla classe sociale e al mestiere svolto. Mettere in evidenza l’assurdo che avvolge la nostra quotidianità per sublimarlo e far riaffiorare l’essenza della nozione di lavoro.

Clément Dazin e il movimento hanno familiarizzato fin dall’infanzia. A partire dai sei anni, infatti, l’artista si è confrontato con ginnastica e circo, così è stato naturale a sedici anni dare sfogo alla propria creatività in un ensemble di giocolieri. Poi sono arrivati la danza hip hop, il teatro, le acrobazie, fino all’École de Cirque de Lyon e al CNAC/ National Center for Arts du Cirque a Châlon. Tutti questi universi confluiscono ora nelle sue creazioni, così che la giocoleria non rimanga un puro esercizio tecnico, ma si trasformi in un punto di partenza per orizzonti inesplorati.