CINEMA CIELO

cinemacielo-sfondoMERCOLEDI’ 16 NOVEMBRE 2016
ore 21
CINEMA CIELO

ideazione e regia Danio Manfredini
con Patrizia Aroldi, Vincenzo Del Prete, Danio Manfredini, Giuseppe Semeraro
assistente alla regia Patrizia Aroldi
luci Maurizio Viani
realizzazione colonna sonora Marco Olivieri
produzione Emilia Romagna Teatro Fondazione, Festival Santarcangelo dei Teatri
distribuzione La Corte Ospitale

C’era una volta a Milano il Cinema Cielo, una sala cinematografica a luci rosse ora chiusa. Lo spettacolo è ispirato a questo luogo: come nascosto dietro lo schermo inesistente, il pubblico spia una platea cinematografica, squallida ma piena di un’umanità altra, sofferente e fragile, di corpi alla disperata ricerca di sesso, amore o morte, mentre sullo schermo immaginario viene proiettata una versione hard di Nostra Signora dei Fiori, lo scandaloso e ultra-poetico romanzo di Jean Genet, di cui si ascolta il solo sonoro.
La galleria di personaggi – diversi e maniaci e osceni – che comprano e vendono amore negli squallidi cessi o tra le poltrone del Cinema Cielo viene rappresentata con una gestualità stilizzatissima che le rende, in qualche modo, figure classiche, in un’odissea disperata alla ricerca furiosa di un incontro (impossibile?) fra depravazione e tenerezza.
Lo spettacolo, ora ripreso e vincitore nel 2004 del premio Ubu per la migliore regia, è un “classico” di Danio Manfredini (scrittore, attore, regista, pittore, scultore), il “maestro invisibile” del nuovo teatro italiano, a cui il Teatro Asioli e altri teatri emiliani dedicano una personale.

Per i temi trattati lo spettacolo è adatto ad un pubblico adulto.

ingresso euro 20, 17,50, 15