Tosca: amore, politica, religione.

14 gennaio 1900: la nobiltà romana esce dal teatro Costanza non particolarmente entusiasta della visione della Tosca di Puccini, andata in scena per la prima volta quella stessa sera.
17 febbraio 2018: un pubblico selezionato di appassionati al Teatro Asioli di Correggio assiste ad uno spettacolo che è diventato quasi simbolo dell’opera anche per i non iniziati a questo genere.

La regia di Pierluigi Cassano si è mantenuta nel solco della tradizione e non ha adottato soluzioni ardite, lasciando così che la musica di Puccini, diretta dal maestro Stefano Giaroli, fosse in grado a distanza di più di un secolo di colpire lo spettatore e far rivivere l’opera come se fosse sempre nuova.
La trama tocca macro tematiche dell’esistenza umana, quali l’amore, la politica e la religione, arrivando quindi con facilità anche a noi moderni.

Abbiamo avuto anche l’occasione di scoprire i numerosi ruoli che si possono svolgere prima e durante la messa in scena dello spettacolo grazie a Carlo Guidetti, che in questo caso era direttore di produzione ma che nel corso della sua carriera ha svolto le attività più varie nell’ambiente teatrale. Questo ci ha permesso di comprendere la complessità abilmente celata che sta dietro alla performance, ai cambi di costume, di scenografia, al gioco di luci, al marketing e all’organizzazione di uno spettacolo.

Matilde Sofia Callegari, Sabina Sacchetti, Alessia Pandit
3A Classico – Liceo Corso

spettacolo Tosca  sabato 17 febbraio 2018 – Teatro Asioli