UN CANTIERE PER GIANMARIA TESTA


UN CANTIERE PER GIANMARIA TESTA

Dal 30 DICEMBRE 2020 al 16 GENNAIO 2021 – ore 19,00
Comune di Correggio – ATER Fondazione – Teatro Asioli

12 incontri per conoscere l’artista e l’uomo.

I video saranno pubblicati sulla pagiba FB del Teatro Asioli e sul sito ATER Fondaione  Teatri nella rete

Sul canale youtube del Teatro Asioli trovate i brani arrangiati dalla On Time Band

I musicisti: Cristina Renzetti – voce / Cristiano Arcelli – sax alto, sax soprano
Marcello Allulli – sax tenore, sax soprano/ Fulvio Sigurtà – tromba
Francesco Diodati – chitarra / Enrico Zanisi – tastiere, elettronica
Francesco Ponticelli – contrabbasso / Alessandro Paternesi – batteria

Parlano di Gianmaria Testa: Paola Farinetti – moglie, produttrice
Paola Berselli, Stefano Pasquini – Teatro delle Ariette

IL CANTIERE
Un gruppo formato da alcuni tra i migliori jazzisti italiani (On Time Band) ha pensato che era tempo di dedicare un omaggio alla musica di Gianmaria Testa. Dal 30 dicembre, su questo sito e sui canali del Teatro Asioli di Correggio e di ATER Fondazione, i musicisti che ne sono protagonisti si presenteranno al pubblico e alcune persone che lo hanno conosciuto bene ci restituiranno un ritratto dell’artista e dell’uomo. Infine, il 16 gennaio sarà pubblicato un primo inedito “singolo”, registrato al Teatro Asioli durante tre giorni di prove dall’8 al 10 gennaio.
Il concerto dedicato alle musiche di Testa debutterà in prima assoluta nella rassegna Correggio Jazz 2021.

Gianmaria Testa “chansonnier italien”: così un giornale francese annunciava un suo trionfale concerto all’Olimpia di Parigi. Grande e schivo artista, cosmopolita e contadino, amante della parola asciutta e bella e del jazz, Testa ci ha lasciato un corpus di canzoni straordinarie per liricità e  simpatia per gli ultimi, che siano seminatori di grano o migranti. D’altra parte, come diceva, “gli uomini e le donne di questa terra sono infinitamente meglio di quanto ci lasciano credere. Per fortuna.”

Gianmaria Testa (1958-2016) è vissuto nelle Langhe, in Piemonte, eppure c’è voluta la Francia per scoprirlo. Da quando ha mandato al Festival di Recanati la sua cassetta registrata con chitarra e voce, vincendo il primo premio nel ’93, un bel po’ di cose sono successe: nove dischi – Montgolfières (1995), Extra-Muros (1996), Lampo (1999), Il valzer di un giorno (2000), Altre latitudini (2003), Da questa parte del mare (2006), Solo – dal vivo (2009), Vitamia (2011) e Men at work (2013) -, piú di tremila concerti in Francia, Italia, Germania, Austria, Belgio, Canada, Stati Uniti, Portogallo, quattro serate tutte esaurite all’Olympia e una lunga teoria di articoli omaggianti sui principali giornali («Le Monde» in testa). In ambito extra musicale, ha collaborato ad alcuni spettacoli teatrali con Giuseppe Battiston, Erri De Luca, Giuseppe Cederna, Paolo Rossi, Teatro delle Ariette e altri. Tra le pubblicazioni, per Gallucci editore: Ninna nanna dei sogni (2012, illustrazioni di Altan), Ventimila Leghe in fondo al mare (2013, illustrazioni di Marco Lorenzetti), Biancaluna (2014, illustrazioni di Altan), Il sentiero e altre filastrocche (2015, illustrazioni di Valerio Berruti). Per Einaudi ha pubblicato Da questa parte del mare (2106), con prefazione di Erri De Luca, e il volume collettivo Corpo a corpo (2008), in cui compare accanto a Baricco, Camilleri, Carofiglio, Scurati, Capossela, Lucarelli…